WORKSHOP
LEGATURE ALLA GIAPPONESE
Luca Cisternino

Primo incontro
24 giugno 2017
dalle 10.00 alle 13.00
SBLU_spazioalbello

Primo incontro
Per Legatoria giapponese (Watoji) si intendono le tecniche e gli stili che, nel corso dei secoli, hanno caratterizzato l’evoluzione costruttiva ed estetica del libro giapponese. Una sintesi fatta di misura e leggerezza, in cui si traducono alcuni elementi essenziali dell’arte e della filosofia orientale e che racchiude in sé memoria, manualità e semplice bellezza. Verrà presa in esame una legatura in particolare che sarà realizzata da ogni partecipante. Il Nori-ire gajo dell’antico libro a fisarmonica e si costruisce attraverso l’alternanza della piega e dell’incollaggio delle pagine. Dispiegando il libro si ottiene un raffinato effetto a onda. É prevista una introduzione storica sulla legatoria giapponese e sulla sua evoluzione che servirà a contestualizzare il lavoro che verrà svolto durante il laboratorio pratico.

Luca Cisternino
Legatore artigiano, studia Design e Comunicazione visiva diplomandosi in Disegno industriale presso l’ISA di Monza. Dopo alcuni anni trascorsi presso la Facoltà di architettura di Milano incontra un vecchio artigiano monzese con il quale apprende le prime tecniche di legatoria e, successivamente, approfondisce la tradizione della legatoria giapponese (Watoji). Nel 2014 è invitato dal MAO – Museo d’Arte Orientale di Torino a tenere un seminario teorico e pratico sulla legatoria giapponese. Dal 2015 insegna Watoji presso il Centro di Cultura giapponese di Milano e organizza laboratori e corsi in altri spazi. Dal 2016 collabora con il Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e Studi Interculturali con un progetto sulla traduzione letteraria e l’editoria indipendente. Studia legatoria occidentale e collabora con artisti, scrittori e fotografi nella realizzazione di piccole edizioni a tiratura limitata.