L’ARTE DI MOLTIPLICARE L’ARTE
Dal multiplo al monotipo, tecniche di stampa a confronto
Artisti vari

19 giugno /3 luglio 2012
SBLU_spazioalbello

La stampa d’arte è stata utilizzata nel passato come mezzo per diffondere cultura e informazione attraverso le immagini, ebbe quindi in origine uno scopo essenzialmente didattico. A partire dall’ottocento e per tutto il novecento si è trasformata in una forma di produzione artistica autonoma: con il succedersi delle tecniche, il linguaggio grafico è progredito sino a diventare una delle forme d’arte più complesse e sofisticate. Basti pensare alla teoria sulla riproducibilità dell’opera d’arte di Walter Benjamin o all’impulso dato alla diffusione dell’arte contemporanea da Andy Warol con i suoi leggendari multipli.
Nel campo delle tecniche classiche di riproduzione grafica, con il termine di stampa d’arte si indica un’immagine incisa
o disegnata a mano su una matrice, impressa generalmente su un supporto cartaceo e numerata.
Le matrici possone essere di vari tipi: di pietra per la litografia, di metallo come il rame e lo zinco usati nell’incisione e nell’acquaforte, di legno per la xilografia, di tessuto per la serigrafia, di linoleum. Una stampa d’arte può anche essere il risultato di varie tecniche combinate tra loro.
Alcuni interventi manuali come la colorazione ad acquerello o l’inserimento di oggetti tridimensionali, possono rendere unico il pezzo prodotto, che si definisce monotipo.
L’ideatore e l’esecutore della stampa d’arte non sempre coincidono evidenziando la differenza su chi concepisce l’immagine come autore (artista) e l’esecutore della riproduzione (artigiano).
Attualmente la stampa digitale, ha dato nuovo impulso alle produzioni di stampe d’arte. È proprio attraverso il confronto delle varie tecniche di stampa tradizionali e le nuove tecnologie che si delinea questa mostra.
Grazie all’esposizione di più di trenta originali, alcuni dei quali realizzati appositamente per l’occasione, si desidera offrire l’opportunità di approfondire un aspetto poco conosciuto di vera arte accessibile.

AUTORI VARI
In mostra le opere di: Dora Ayala, Donatella Baruzzi, Nedda Bonini, Adalberto Borioli, Simonetta Chierici, Chiò, Silvia Cibaldi, Angela Corti con Rosolino Di Salvo, Iuccia Discalzi, Laura Di Fazio, Salvatore Falco, Oliviero Fiorenzi, Renata Galanti, Mario Giavino, Lauro Giovanetti, Nevia Gregorovjch, Marisa Keble, Francesca Magro, Fabrizio Martinelli, Josè Molina, Lorenza Morandotti, Maurizio Osti, Tiziana Priori, Raffaele Romano, Serena Rossi, Sergio Sansevrino, Pietro Tanca, Susanna Vallebona, Armanda Verdirame.