ACROSS THE FREE LAND
Federico De Cicco

13/30 giugno 2017
SBLU_spazioalbello
Inaugurazione ore 18.00

Fedele alla sua vocazione di luogo di sperimentazioni varie legate a tutte le discipline del fare, SBLU_spazioalbello propone il lavoro di Federico De Cicco, illustratore italiano originario di Monza, residente in Inghilterra, a Brighton, da alcuni anni.

Federico De Cicco svolge la sua attività di illustratore principalmente in campo editoriale per riviste e siti web e nella creazione di manifesti per promuovere campagne spesso legate a tematiche sociali o ambientali.

Svolge il suo lavoro in modo tradizionale realizzando tutte le sue tavole a mano utilizzando prevalentemente chine colorate e colori acrilici. Spesso questi materiali creano casualmente macchie che diventano punto di partenza, pretesto per creare decorazioni e pattern che elabora fino all’astrazione.

Alterna l’attività professionale a una costante ricerca personale che propone in mostre collettive o personali.

Allo SBLU_spazioalbello espone una serie di tavole che sono servite per realizzare il volume Across the Free Land. Un racconto che si sviluppa utilizzando gli elementi tipici dell’araldica presi dalle bandiere e dagli stemmi dei vari paesi del mondo.

Estrapolando cavalieri, draghi o elmi dagli stemmi e dalle insegne di stati De Cicco ci introduce nel suo mondo fantastico, alternando battaglie, scontri e danze in un viaggio volto a riportare l’armonia sulla Terra, nell’eterna battaglia tra il bene e il male. Una teoria di immagini prese dalle campiture ufficiali di una simbologia consolidata nel passato, poco significativa ai nostri giorni e per questo rinnovata in una nuova chiave di lettura. Come veri e propri personaggi grifoni e armature, ma anche draghi di altre culture o tralicci dell’elettricità, si trasformano nei protagonisti della lotta per affrancarsi dalla schiavitù che assoggetta i popoli, metafora per affermare l’irrinunciabile valore della libertà che conduce alla gioia e all’armonia. Una fiaba per tutti che mira all’inclusione dei popoli uniti nella loro diversità e al loro rapporto armonioso con la natura.

Una serie di opere insolite, fantasiose e colorate, che ci allietano con un’ingenuità sapientemente costruita.

Monika Wolf nasce a Essen, in Germania. Si diploma alla Folkwang Hochschule di Essen specializzandosi in graphic design. Studia educazione artistica alla facoltà di pedagogia presso l’Università di Düsseldorf dove approfondisce la teoria dell’artista, pedagogo e politico Joseph Beuys. Espone dal 1977 in Europa e negli Stati Uniti d’America. Recentemente la sua ricerca l’ha portata a realizzare progetti di land art. Dal 1980 vive e lavora a Milano.